FERRATA DEGLI ALLEGHESI ALLA CIVETTA - Travelsport Outdoor Activities
+39 329 34 34 414
|
info@travelsport.org

FERRATA DEGLI ALLEGHESI ALLA CIVETTA

Da EUR 250

+1 Opzioni aggiuntive

Una lunga ferrata, con passaggi tecnicamente impegnativi e in un ambiente di primaria bellezza, tra torri e lisce pareti rocciose in cui sono state scritte alcune tra le storie più importanti dell'arrampicata in Dolomiti e del'Alpinismo.

Un pernottamento in uno tra i rifugi più alti delle Dolomiti, un nido d'acquila spartano ma accogliente, dove si assapora ancora la vera essenza dell'apinismo e da cui si può dominare le vallate sottostanti: inutile dire che l'alba e il tramonto saranno di una bellezza indescrivibile!

Insomma, una lunga due giorni che ci permetterà di calcare quella che Dino Buzzati definisce "la muraglia di roccia più bella di tutte le Alpi". 

Da EUR 250

+1 Opzioni aggiuntive

Prenota

La ferrata degli Alleghesi è l'unica ferrata che permette di arrivare a calcare i 3220 metri del monte Civetta, impressionante muraglia rocciosa che si staglia imponente ed austera sopra il lago di Alleghe.

Dopo esserci ritrovati a Palafavera, ci incammineremo verso Casera Pioda prima e il rifugio Coldai poi. Dopo una breve pausa, imbocheremo il sentiero Tivan che ci permettterà di osservare da vicino la Torre Coldai, la Torre d'Alleghe e la Torre di Valgrande molto note agli arrampicatori. Alcuni tratti attrezzati ci seviranno come riscaldamento per il resto della giornata. Arrivati al bivio presso lo Schinal del Bech, prenderemo la traccia di destra, che ci porterà all'attacco della ferrata. Siamo ai piedi della maestosa parete ed ora ci accingiamo a risalirla tra scale metallicche, camini di roccia, passaggi esposti e panorami mozzafiato. L'arrivo presso la Punta Civetta (non la cima vera e propria...) ci permetterà di volgere finalmente lo sguardo verso Nord-Ovest ma soprattutto di godere di una vista privilegiata sulla parete delle pareti, di percepirne appieno la grandezza e maestosità. In fin dei conti abbiamo sotto ai piedi una verticalissima parete alta 900metri e lunga oltre 4 chilometri! Non resta che affrontare l'ultimo tratto di cresta e la fatica che comincia a farsi sentire. Raggiunta la cima, avremo il temp odi riposarci per poi scendere al rifugio Torrani, dove ci riposeremo e passeremo la notte.

L'indomani mattina prenderemo la via del ritorno scendendo lungo la via normale, in cui si alternano tratti attrezzati con cavo metalicco ad altri tratti in cui è necessaria una facile arrampicata. Dopo alcune ore raggiungeremo di nuovo il sentiero Tivan e quindi il rifugio Coldai. Non rimane che tornare lentamente alle macchina, assaporando ancora per un pochino i fantastici momenti vissuti.

Una proposta quindi impegnativa, per chi ha una buona resistenza e ha dimestichezza con le ferrate, che ci permetterà però di entrare a stretto contatto con la montagna sulle orme dei grandi alpinisti.


 

Da sapere

Scelta itinerario: l'itinerario verrà scelto ad insindacabile giudizio della Guida, considerando le capacità tecniche dei singoli partecipanti. La Guida può in qualsiasi momento decidere di sospendere o rimodulare l'attività nel caso vengano meno le condizioni minime di sicurezza.

 

Salute fisica: i partecipanti devono esserein ottima forma e godere di buona salute. È necessario comunicare eventuali problemi di salute al momento della prenotazione ed alla Guida prima di iniziare l’attività. La conoscenza da parte della Guida di eventuali problemi di salute è importante per la vostra e sicurezza e per quella del gruppo.

 

Meteo e programma: la Guida ha facoltà di modificare in qualsiasi momento le attività in programma in relazione alle condizioni meteorologiche, o per qualsiasi altra ragione possa interferire con la sicurezza dei partecipanti.

 

Termini e condizioni: link.

  • Ritrovo: ore 7,00 presso la seggiovia di Palafavera
  • Conclusione: il giorno successivo alle ore 14,00 presso la seggiovia Pioda di Palafavera
  • Difficoltà: DIFFICILE, escursione che richiede un buon allenamento e dimestichezza con le ferrate
  • Dislivello: I giorno 1700metri D+, 200metri D-; II giorno 1500metri D-
  • Attrezzatura necessaria: capi tecnici per l'escursionismo/alpinismo (necessario guscio Gore-Tex e abbigliamento pesante), imbracatura bassa, kit da ferrata omologato, casco, scarponi o scarpe da approach, zaino di circa 20 lt., snack energetici, sacco letto ed effetti personalli per drmire in rifugio. Travelsport può noleggiare imbrago basso, kit da ferrata e casco.
  • Servizi inclusi: accompagnamento da parte di Guida Alpina UIAGM e assicurazione. E' possibile concordare un servizio di pick-up dai principali centri della Valle Agordina, della Val Fiorentina e Val di Zoldo
  • Servizi esclusi: mezza pensione in rifugio e quanto non incluso alla voce "servizi inclusi". Le spese vive della guida sono da dividersi tra i partecipanti.
  • N° partecipanti: minimo 2 persone; è possibile effettuare l'attività anche con un numero di partecipanti inferiore a quanto indicato con una rimodulazione del prezzo, pari a 450 euro forfettari.
  • In caso di mancato svolgimento dell'attività per motivi legati alle condizioni meteo: verrà concordata una nuova data o, nel caso non fosse possibile, restituita l'intera somma.

Itinerario

  1. Punto di ritrovo