Condizioni generali



1. FONTI LEGLISLATIVE
Il contratto di viaggio è regolato dalle disposizioni contenute: nella Convenzione Internazionale di Varsavia del 12 ottobre 1929 sul trasporto aereo internazionale, ratificata e resa esecutiva con legge 841 del 19 maggio 1932, nella Convenzione Internazionale di Berna del 25 febbraio 1961 sul trasporto ferroviario, resa esecutiva con legge 806 del 2 marzo 1963, nella Convenzione Internazionale di Parigi del 17 novembre 1964 sulle responsabilità degli albergatori, ratificata e resa esecutiva con legge 316 del 10 giugno 1978, nella Convenzione Internazionale di Bruxelles del 23 aprile 1970 sul contratto di viaggio, ratificata e resa esecutiva con legge 1084 del 27 dicembre 1977, nel Decreto Legislativo 111 del 17 marzo 1995 di attuazione della direttiva 314/90/CEE sui pacchetti turistici, nonché dalle altre leggi vigenti in materia e dalle previsioni di c.c., in quanto non derogate dalle previsioni del presente contratto.


2. PRENOTAZIONI
La richiesta di partecipazione deve essere presentata su apposito modulo, compilato in ogni sua parte e sottoscritta in calce. L’accettazione della prenotazione da parte di Travelsport outdoor activities di Tasc srl – di seguito indicato come Organizzatore – è subordinata alla disponibilità di posti. La prenotazione si intende perfezionata, con conseguente conclusione del contratto, solo al momento della conferma scritta da parte dell’Organizzatore che si riserva il diritto di non effettuare il viaggio qualora non venga raggiunto il numero minimo dei partecipanti, informando il viaggiatore con almeno 15 giorni di preavviso rispetto alla data prevista di inizio viaggio senza dovere alcun rimborso oltre alle quote versate dai partecipanti. L’Agenzia di Viaggio venditrice, in possesso di regolare licenza, potrà rilasciare al partecipante, ai sensi dell’art. 6 del d.lgs. 111/95 copia del contratto solo se già in possesso della conferma di cui sopra.


3. PAGAMENTI
All’atto della prenotazione dovrà essere corrisposto un acconto pari al 25% della quota di partecipazione. Il saldo dovrà essere versato entro i 30 giorni antecedenti alla data di partenza. Prenotazioni effettuate a meno di 30 giorni dalla partenza prevedono il versamento dell’intera quota in un’unica rata, contestualmente all’adesione stessa. Il mancato ricevimento da parte dell’Organizzazione dei pagamenti di cui sopra entro le date stabilite, costituisce clausola risolutiva del contratto, tale da determinare la risoluzione di diritto, fatto salvo il risarcimento degli ulteriori danni subiti dall’Organizzatore.


4. QUOTA DI PARTECIPAZIONE AI SERVIZI
Le quote di partecipazione sono stabilite dall’Organizzatore sulla base dei cambi e dei costi dei servizi di trasporto in vigore alla data di stampa del presente programma; sono quindi valori soggetti a riconferma e sono suscettibili di variazioni in base all’andamento del mercato valutario. Nessuna contestazione concernente le quote potrà essere presa in considerazione al ritorno dal viaggio. Il partecipante dovrà stabilire prima della sua partenza se la quota è di suo interesse accettando al tempo stesso il fatto che comprende tutta una serie di prestazioni delle quali non è possibile fornire dettaglio.



5. CESSIONE DEL CONTRATTO
Dopo la stipula del contratto il partecipante può sostituire a sé un’altra persona nei rapporti derivanti dal contratto, a condizione che:
a. il cedente si trovi nell’impossibilità di usufruire del servizio;
b. il cessionario soddisfi tutte le condizioni fissate per la fruizione del servizio;
c. la comunicazione della concessione avvenga per iscritto entro e non oltre quattro giorni lavorativi prima della data di inizio del servizio, ricevendo contestualmente le generalità del cessionario;
d. non ostino motivi relativi a visti, permessi, passaporti, certificati sanitari, vaccinazioni, servizi di trasporto, servizi alberghieri, servizi a terra, ecc. comunque tali da rendere impossibile la fruizione del servizio da parte del cessionario;
e. la persona subentrante rimborsi all’Organizzatore tutte le spese sostenute per procedere alla sostituzione nella misura che verrà quantificata all’atto della comunicazione della cessione.
L’Organizzatore non sarà responsabile dell’eventuale mancata accettazione del nuovo nominativo da parte di terzi fornitori di servizi. Il cedente dovrà comunque corrispondere la sola quota d’iscrizione e sarà solidamente responsabile con il cessionario per il pagamento del saldo del prezzo nonché degli importi di cui alla lettera “e” del presente paragrafo.


6. REVISIONE DEL PREZZO – MODIFICHE DEL PACCHETTO TURISTICO
Le quote di viaggio e di soggiorno sono stabilite in base al corso dei cambi ad ai costi dei servizi in vigore al momento della redazione dei programmi di viaggi o soggiorno, individuati come indicato in calce alla pagina. Tali quote potranno essere modificate fino a 20 giorni precedenti la data fissata per la partenza e soltanto in seguito a variazioni di:
- costi di trasporto, incluso il costo del carburante;
- diritti e tasse quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, tasse di imbarco e sbarco nei porti e negli aeroporti;
- tassi di cambio applicati.
Se prima della partenza l’Organizzatore è costretto a modificare in maniera significativa un elemento essenziale del contratto, incluso il prezzo, egli è tenuto a darne tempestiva comunicazione al viaggiatore. A tal fine si considera come significativa una modifica del prezzo superiore al 10% del medesimo, ovvero qualunque variazione su elementi configurabili come fondamentali ai fini della fruizione del pacchetto turistico complessivamente considerato. Il viaggiatore che riceva una comunicazione modificativa di un elemento essenziale o della modifica del prezzo superiore al 10% avrà facoltà di recedere dal contratto senza corrispondere alcuna penalità, ovvero di accettare la modifica che diverrà parte del contratto con l’esatta individuazione delle variazioni e dell’incidenza delle stesse sul prezzo. Il viaggiatore è tenuto a comunicare la propria decisione all’Organizzatore o al Venditore entro due giorni lavorativi da ricevimento della comunicazione della modifica. In assenza di comunicazione da parte del viaggiatore la modifica si intenderà accettata. Qualora l’Organizzatore non possa fornire, dopo la partenza, una parte essenziale dei servizi contemplati nel contratto, dovrà predisporre soluzioni alternative, senza supplementi di prezzo a carico del viaggiatore e, qualora le prestazioni fornite siano di valore inferiore rispetto a quelle previste, risarcirlo in misura pari a tale differenza. Qualora non risulti possibile alcuna soluzione alternativa, ovvero la soluzione predisposta dall’Organizzatore venga rifiutata dal consumatore per serie, giustificate e comprovate ragioni, l’Organizzatore fornirà, senza supplemento di prezzo, un mezzo di trasporto equivalente a quello originario previsto, per il ritorno al luogo di partenza o a diverso luogo eventualmente pattuito, soltanto se tale soluzione sia oggettivamente indispensabile e a condizione che detto mezzo di trasporto sia disponibile in modo sistematico ed abituale e vi siano posti disponibili. Qualora tale soluzione non sia possibile per cause esterne alla volontà dell’Organizzatore, questi indennizzerà il viaggiatore nei limiti della differenza tra le prestazioni previste e quelle effettivamente fornite o, in alternativa, a scelta del viaggiatore, rilascerà un buono per la fruizione di una prestazione sostitutiva, di valore pari ai servizi non goduti.


7. RECESSO E PENALITÀ
Prima dell’inizio del servizio, il partecipante può recedere unilateralmente dal contratto a condizione che ne dia comunicazione scritta all’Operatore. In tal caso il corrispettivo del recesso dovuto all’Organizzatore è fissato:
- nel 10% della quota di partecipazione nel caso in cui l’Organizzatore riceva la comunicazione di recesso non meno di 30 giorni liberi prima della data d’inizio del servizio;
- nel 30% della quota dopo il trentesimo giorno, ma non meno di 21 giorni liberi prima della data di inizio del servizio;
- nel 50% della quota dopo il ventunesimo giorno, ma non meno di 11 giorni liberi prima della data di inizio del servizio;
- nel 75% della quota, dopo l’undicesimo giorno, ma non meno di tre giorni liberi prima della data di inizio del servizio;
- nel 100% della quota dopo tale ultimo termine.
L’Operatore ha facoltà di soddisfare il suo diritto al corrispettivo del recesso trattenendo il relativo importo dalla quota di partecipazione versata dal partecipante. Il rimborso non prevede le spese di prenotazione e si intende subordinato alle penali che i fornitori di servizi forniscono all’Organizzatore. Nessun rimborso spetta altresì al viaggiatore che non si presenti alla partenza o decida di interrompere il viaggio già intrapreso, o a chi non usufruisce anche solo di parte dei servizi previsti, anche per cause non direttamente dipendenti dalla sua volontà.


8. SOSTITUZIONE DEI SERVIZI E DEI FORNITORI DA PARTE DELL’ORGANIZZATORE
L’Organizzatore, senza indennità, a sua discrezione e in qualsiasi momento, anche durante l’esecuzione del pacchetto, può sostituire i servizi ovvero i fornitori dei servizi stessi con altri di analoghe caratteristiche e qualità, qualora ciò si rendesse necessario per cause di forza maggiore, per esigenze operative o per altro ragionevole motivo.



9. CLASSIFICAZIONE DELLE STRUTTURE RICETTIVE
La sistemazione alberghiera, in assenza di classificazioni ufficiali riconosciute dalle competenti pubbliche autorità dei paesi anche membri dell’UE, cui il relativo servizio si riferisce, è stabilita dall’Organizzatore in base ai propri criteri di valutazione degli standard di qualità.


10. MANCATA ESECUZIONE DEL VIAGGIO
Il viaggiatore può esercitare il recesso senza penalità anche nel caso in cui, prima della partenza, l’Organizzatore, per qualsiasi ragione, tranne che per un fatto proprio del viaggiatore, comunichi l’impossibilità di effettuare le prestazioni oggetto del pacchetto. L’Organizzatore ha facoltà di annullare il contratto qualora non venga raggiunto il numero minimo di partecipanti, informandone il viaggiatore, in forma scritta, almeno 15 giorni prima della data prevista per la partenza. In tal caso, l’Organizzatore sarà tenuto al rimborso delle somme percepite entro 7 giorni lavorativi dal momento dell’avvenuta comunicazione.


11. OBBLIGHI DEI PARTECIPANTI
I partecipanti al viaggio sono obbligati a:
- munirsi di passaporto o di altro documento equivalente che sia valido per la fruizione dei servizi in contratto;
- munirsi di assicurazione sanitaria, valida per la fruizione dei servizi in contratto stipulata con Travelsport outdoor activities;
- munirsi degli eventuali visti di ingresso, di transito e di soggiorno che siano necessari per la fruizione dei servizi in contratto;
- sottoporsi alle vaccinazioni e a tutti gli altri accertamenti sanitari, nonché munirsi delle relative certificazioni medico-sanitarie che siano richieste per la fruizione dei servizi stessi.
Altresì il partecipante, sia prima che durante la fruizione dei servizi, deve:
- attenersi scrupolosamente a tutte le disposizioni emanate dalle autorità, ovvero dall’Organizzatore stesso in relazione alla fruizione dei servizi;
- uniformare il proprio comportamento ai dati, alle notizie, alle informazioni ed alle indicazioni fornite dall’Organizzatore;
- assumere comportamenti ispirati all’osservanza delle regole della prudenza e della diligenza; Inoltre, data la natura particolare dei viaggi in Catalogo, il partecipante accetta la condizione che:
- la guida potrà annullare o modificare i programmi di escursione previsti, sia per cause di forza maggiore, o a sua discrezione senza obbligo alcuno;
- la guida potrà rifiutare alla partenza dell’escursione i partecipanti forniti di equipaggiamento o altro ritenuto insufficiente o inadatto;
- tutti i partecipanti devono attenersi alle indicazioni e disposizioni della guida, in special modo nelle eventuali situazioni di emergenza;
- la guida potrà allontanare i partecipanti che con il loro comportamento compromettano il buon esito del viaggio o mettano a repentaglio la propria od altrui incolumità. In caso di inadempimento, il partecipante deve risarcire l’Organizzatore di tutti i danni da questo subiti.


12. RESPONSABILITÀ DELL’ORGANIZZATORE
In caso di mancato o inesatto adempimento dalle obbligazioni assunte dal contratto, l’Organizzatore è tenuto a risarcire al partecipante i danni da questo subiti, se non prova che il mancato o inesatto inadempimento non è a lui imputabile, essendo derivato ad esempio, da fatti dello stesso partecipante, ovvero da fatti di terzi estranei al rapporto contrattuale, ovvero da cause di forza maggiore o da casi fortuiti, ovvero, ancora, da circostante che l’Organizzatore, in base all’ordinaria diligenza, non poteva ragionevolmente né prevedere, né evitare. Se il mancato o inesatto adempimento dipende da fatti imputabili ai prestatori dei servizi di cui l’Organizzatore si avvale, l’Organizzatore stesso è tenuto al risarcimento dei danni sofferti dal partecipante, salvo il diritto di rivalersi nei confronti di detti prestatori dei servizi. L’Organizzatore non può essere ritenuto responsabile per cause di forza maggiore (scioperi, ritardi, avverse condizioni atmosferiche, mancata consegna dei bagagli, calamità naturali, disordini civili o militari, guerre, epidemie, problemi tecnici, ecc.) che comportino variazioni sul programma o l’impossibilità di raggiungere la località di partenza; ogni altro tipo di eventuale esborso che si rendesse necessario sarà totalmente a carico del partecipante.



13. LIMITI DEL RISARCIMENTO
I danni alla persona e quelli diversi da essi, subiti dal partecipante sia a titolo contrattuale che a titolo extra-contrattuale, sono risarciti nei limiti minimi previsti dalla normativa vigente al momento dell’evento dannoso; a riguardo si ricordano le seguenti Convenzioni Internazionali che disciplinano attualmente la materia:
- Convenzione di Varsavia del 12 ottobre 1929 sul Trasporto Aereo Internazionale;
- Convenzione di Berna del 25 febbraio 1961 sul Trasporto Ferroviario;
- Convenzione di Parigi del 17 dicembre 1962 sulle Responsabilità degli Albergatori;
- Convenzione di Bruxelles del 23 aprile 1970 sul Contratto di Viaggio.


14. SERVIZI DI ASSISTENZA
L’Organizzatore, in ottemperanza agli obblighi posti a suo carico dalla Legge e nei limiti della diligenza professionale, appresta ogni utile rimedio per l’assistenza ed il soccorso del partecipante durante il periodo di fruizione dei servizi, qualora ciò sia necessario per consentire al partecipante di continuare ad usufruire dei servizi. Nell’ipotesi che l’intervento sia imposto:
- da fatti imputabili al partecipante, questi deve risarcire l’Organizzatore di tutti i danni subiti, oltre a rimborsare allo stesso le spese sostenute per l’assistenza ed il soccorso prestatogli;
- da casi fortuiti, da cause di forza maggiore, ovvero da fatti di terzi, il partecipante deve rimborsare l’Organizzatore le spese sostenute per l’assistenza ed il soccorso prestato.


15. OBBLIGHI DEL PARTECIPANTE IN RELAZIONE AL DIRITTO DI SURROGAZIONE DELL’ORGANIZZATORE
Il partecipante deve fornire all’Organizzatore, con la dovuta tempestività, i documenti, le informazioni e, comunque, ogni elemento in suo possesso perché l’Organizzatore possa esercitare il diritto di surrogazione di cui l’art. 18 del d.lgs. n. 111/95.


16. BAGAGLI
I bagagli dei partecipanti viaggiano esclusivamente a rischio e pericolo del partecipante stesso. Ritardi sulla consegna, perdite o danneggiamenti dello stesso non sono per nessun motivo imputabili all’Organizzazione.



17. ASSICURAZIONI
L’Organizzatore ha stipulato con Cattolica Assicurazioni regolare polizza R.C. n. 001011 a garanzia dei propri obblighi verso il fruitore dei suoi servizi. Prima dell’inizio dei servizi il partecipante può stipulare, secondo le condizioni fissate dalle compagnie di assicurazione prescelte, speciali polizze per le penalità e le spese conseguenti all’annullamento dei servizi, per le perdite dei bagagli, per gli infortuni, per le spese di rimpatrio in caso di incidenti e malattie, ecc. I relativi premi non sono compresi nella quota di partecipazione.


18. FONDO NAZIONALE DI GARANZIA
È istituito, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, un Fondo Nazionale di Garanzia per consentire, a chi acquista servizi turistici, ivi compresi i pacchetti, in caso di insolvenza o di fallimento dell’Organizzatore o del venditore dei servizi stessi:
- il rimborso delle somme versate;
- il rimpatrio nel caso di viaggio all’estero. Tramite il Fondo è fornita, altresì, un’immediata disponibilità economica in caso di rientro forzato di turisti da paesi extracomunitari in occasioni di emergenze, imputabili o meno al comportamento dell’organizzatore del servizio. I limiti dell’intervento del Fondo sono indicati nell’articolo 21 del d.lgs. n. 111/95. Le modalità di gestione e di funzionamento del Fondo sono determinate con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in conformità con quanto previsto nello stesso articolo 21 del d.lgs. n. 111/95.


19. DOCUMENTI DEI SERVIZI
I documenti dei servizi sono consegnati al partecipante almeno 15 giorni prima della partenza, unitamente ad un promemoria del viaggio con l’indicazione del luogo e l’orario dell’appuntamento e alla documentazione di viaggio eventualmente prevista. Tutti i dati, le indicazioni, le specificazioni, le informazioni dei servizi sono contenuti nel Contratto e nel Catalogo.


20. TASSE AEROPORTUALI
L’importo delle tasse aeroportuali va versato all’atto del saldo del viaggio; è da tenere presente che l’importo può essere soggetto a variazioni anche durante lo svolgimento del viaggio. In tal caso, ogni differenza sarà totalmente a carico del partecipante.



21. CONTESTAZIONI E RECLAMI
Ogni mancanza nell’esecuzione del Contratto, rilevata in loco dal viaggiatore, deve essere segnalata immediatamente al prestatore di servizi interessato o all’accompagnatore, qualora previsto, affinché l’Organizzatore, il suo rappresentante locale o l’accompagnatore possano ricercare una pronta ed equa soluzione. Dopo il termine dei servizi, il partecipante deve, a pena di decadenza, rinnovare per iscritto la contestazione nella forma di reclamo, mediante l’invio all’Organizzatore di una lettera raccomandata A/R entro e non oltre 10 giorni lavorativi dalla data di cessazione del servizio. Nel caso di difformità o di vizi dei servizi contrattuali, che non siano riconosciuti dal partecipante al momento e all’atto del loro verificarsi, il partecipante, sempre a pena di decadenza, deve sporgere per iscritto reclamo, mediante l’invio all’Organizzatore di una lettera raccomandata A/R entro e non oltre lo stesso predetto termine di 10 giorni lavorativi dalla data di cessazione del servizio.


22. FORO COMPETENTE
Per ogni eventuale controversia, il foro competente è quello di Treviso.


23. CAMBIO PUBBLICATO
Il cambio pubblicato nel presente Catalogo è del 21.02.2007


24. COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA AI SENSI DELL’ARTICOLO 16 DELLA L. 296/98
La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero.







Scarica il modulo per iscriverti.

Scarica il testo in formato PDF.

Scarica la newsletter settimanale.

Scarica il catalogo in PDF.